“Una guida per la libertà”: al via il Servizio Cani Guida ANFaMiV aps-ets

Con discrezione e con prudenza il Servizio Cani Guida ANFaMiV ha preso il via, grazie anche al prezioso contributo economico della Fondazione Friuli attraverso il progetto “Una guida per la libertà”, che ha permesso di iniziare l’avventura con l’acquisto delle divise per gli istrutturi e del materiale per l’addestramento dei cani, come ostacoli, coni, transenne, nonché le indispensabili pettorine da far indossare agli amici a quattro zampe.
Per ringraziare la Fondazione Friuli e per saperne di più vi invitiamo mercoledì 21 febbraio 2024 alle ore 11.00 presso la Sede dell’ANFaMiV, in viale A. Diaz 60 (piano terra, ala ovest); ciò anche per celebrare la Giornata Nazionale del Braille, il codice di lettura e scrittura che dona l’autonomia intellettiva di ciechi e ipovedenti.
Da ottobre 2023 ogni mattina Cora, meravigliosa femmina di pastore tedesco, e Robin, uno splendido maschio di labrador, iniziano a studiare con grande volontà e dedizione. S’impegnano a capire ed imparare tutte le nozioni che il loro istruttore gli fornisce con grande pazienza, desiderosi di diventare cani guida!
Il tempo trascorre tra addestramento e gioco e anche il rapporto tra i cagnolini si consolida fino a diventare grandi amici.
Con il passare dei giorni, ci accorgiamo che il piccolo Robin manifesta qualche difficoltà durante
l’addestramento, oltre a ciò, si aggiunge una problematica di carattere sanitario.
Pertanto, con grande rammarico ma coscienti di fare la cosa giusta, decidiamo di interrompere le attività di addestramento effettuando un cosiddetto “cambio di carriera”, dando a Robin la possibilità di esprimersi al meglio in altre occupazioni o semplicemente diventando un cane da compagnia.
Dopo qualche settimana di estenuanti ricerche, finalmente troviamo una sistemazione adatta a Robin!
Il 13 dicembre 2023, non un giorno qualunque in quanto il giorno di Santa Lucia, il nostro piccolo labrador inizia una nuova vita con Luisa che qualche giorno dopo ci invia un messaggio alla nostra pagina Facebook scrivendo le seguenti parole: “Robin sta facendo una vita in famiglia in cui fa compagnia a due persone non più giovanissime… i miei genitori, la cosa più importante che ho! Robin si sta dimostrando un ottimo cane in casa e sta sostenendo i miei genitori nelle passeggiate quotidiane. Escono in tre (mamma, papà e il peloso) e camminano ogni giorno più volentieri. Grazie al suo carattere mite è possibile andare con lui a fare la spesa e al centro commerciale. Robin fa loro molta compagnia ed è rispettoso degli spazi. Ora invece con me, vista la sua indole sociale, verrà a fare attività di protezione civile come unità cinofila da soccorso, recupero e ricerca!”
Le parole di Luisa ci riempiono di gioia perché la cosa che conta è il benessere dei nostri cani e sapere che Robin ha trovato il suo percorso assecondando la propria inclinazione ci fa molto piacere!
Nel frattempo, ci siamo dati da fare al fine di poter individuare un soggetto idoneo a sostituire Robin, così le nostre strade hanno incrociato quella di Julia, splendida femmina di pastore tedesco.
Dopo qualche settimana di prova, Julia entra definitivamente nella nostra squadra, iniziando un percorso che con i migliori auspici, insieme a Cora, si concluderà nella metà del mese di maggio 2024.
Ora abbiamo acquistato due cuccioli di labrador e perciò necessitiamo di famiglie volontarie disposte a prendersene cura per almeno dieci mesi, i cosiddetti “puppy walker”. Il tutto sotto la nostra supervisione e con il nostro totale supporto per il cibo e le cure veterinarie.
Grazie al nostro Servizio Cani Guida le persone con disabilità visiva che faranno richiesta e che saranno ritenute idonee potranno godere di maggiore libertà di movimento ed avere al loro fianco un amico fedele, un compagno per la vita!
Avviare tutto questo ha richiesto e richiede degli enormi sforzi per la nostra associazione e siamo fieri di essere riusciti in un’impresa quasi titanica perché ricordiamo che il cane guida viene assegnato in forma gratuita.
Da ora, grazie ad un contributo della Regione Friuli-Venezia Giulia sarà possibile dar seguito al Servizio, ma ringraziamo anche i molti privati cittadini che, anche con piccoli contributi, ci stanno sostenendo e incoraggiando a continuare su questa strada. Se pure appena nati, abbiamo già 12 persone con disabilità visive in lista d’attesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto